Un Nuovo Corso

Il culto di Hextor

Patchwall, 11 – 581 CY

Siamo finalmente arrivati alla città di Rel Mord, capitale del regno di Nyrond. La città è imponente e ben presidiata dall’esercito.

Entrati in città, siamo andati subito a vendere il nostro carico di armi alla gilda del Pugno di Ferro, realizzando un profitto superiore al previsto. Con la peste in corso, sono pochi i mercanti che arrivano da nord, a quanto pare.

Mentre i maghi sono andati ad imparare alcuni incantesimi alla scuola di magia, noi siamo andati alla biblioteca dell’Università Reale in cerca di informazioni sulla peste.
Al secondo giorno, dopo esserci riuniti con i due maghi, ci stavamo dirigendo alla nostra locanda, quando siamo stati assaliti da una ventina di mercenari. Ci hanno fatto respirare uno strano gas che ci ha resi incoscienti all’istante.

Ci siamo risvegliati in una specie di arena, in cella. Qui abbiamo partecipato ad un paio di combattimenti a mani nude con dei lottatori che sembrano appartenere al culto di Hextor, un dio guerriero malvagio.

Siamo stati addormentati una seconda volta, a combattimento finito, per poi risvegliarci nella prigione della città con l’accusa (falsa!) di aver scatenato una rissa alla taverna della gilda del Pugno di Ferro. Il comandante delle guardie, Landon, ha ascoltato la nostra versione e sembra averci creduto, anche se non abbiamo prove.
Siamo comunque stati condannati ad una pesante multa (500 monete d’oro a testa!) per la rissa.
Il comandante Landon ci ha però offerto la possibilità di ritornare in possesso dei nostri averi, se riusciremo a fornire le prove di un traffico di schiavi tra la gilda del Pugno di Ferro e il tempio di Hextor.

Abbiamo accettato e ci siamo diretti al tempio per iniziare la nostra indagine, nella zona abbandonata (e infestata!) della città.

Comments

NicolaParolin NicolaParolin

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.